info@makemilano.it | +39 02 3657 3180

Volete sapere perchè ho scelto il coworking?

21 Feb 2017

Coworking… volete sapere perché?

COWORKING… VOLETE SAPERE PERCHÉ?

Voglio precisarlo subito: ogni vero appassionato di fai da te dovrebbe disporre di un suo spazio per coltivare la sua passione. Di una tana, un rifugio personale e personalizzabile, un luogo ben organizzato, attrezzato e coerente con quelle che sono le proprie inclinazioni creative. Di un variegato equipaggiamento di utensili  collezionati con gelosia e ordinati con rigore, per consentire alle proprie idee di trasformarsi in progetti e a questi, in oggetti. La regola dell’hobbista perfetto è tuttavia spesso un ideale, come tale difficile da realizzare.  Troppe le variabili, troppo poco il tempo libero a disposizione, anche solo per recarsi al Brico più vicino a comprare i materiali. Troppo complesso disporre di spazi propri, troppe le spese. Risultato? “Da domani mi organizzo!”, cosa che troppo spesso non avviene. La vita in città poi, non aiuta affatto. A meno di non disporre di una villa in stile americano, con un bel basement nel sottoscala da adibire ad officina privata. Quali alternative allora? Sacrificare al patibolo della quotidianità l’ennesima passione (tra le tante a cui mediamente si deve rinunziare) o cercare una soluzione alternativa? Puristi del fai da te in crisi di astinenza…provate ad entrare da Make Milano, poi rispondete alle mie domande. Quando l’ho fatto io per la prima volta sono rimasto stupito. Integralista per natura, metodico mio malgrado, non avrei mai creduto di poter trovare la mia tana in uno spazio condiviso. Eppure nel Make Lab di Via Friuli mi son dovuto ricredere. La mia prima sensazione? Innanzitutto un forte desiderio di tornare a creare (anch’io ero in astinenza, sigh!). Tanto spazio a mia disposizione, gli utensili che mi mancavano a portata di mano, la MIA postazione, organizzata per custodire le mie cose come nel mio laboratorio ideale. Insomma sin da subito, ho sentito che Make Milano era anche mio! Accolto con cortesia da Fede (e dalla piccola Ginevra che fa da mascotte) Roby, Max, Arianna. Proiettato in un piccolo universo di creativi (e di creatività) che mai avrei immaginato. I makers mi hanno inondato da subito di domande sul mio hobby, sulle mie tecniche (facendomi peraltro scoprire per la prima volta di avere capacità che io stesso sottovalutavo). Da Make Milano ho creato la mia postazione di lavoro personalizzata, che ho allestito con i miei attrezzi, riprendendo a sviluppare i miei piccoli progetti che all’improvviso ho scoperto essere tutt’altro che banali. Sono entrato in sintonia quindi con questo innovativo concetto di “coworking artigiano”, che in Make Milano trova la sua prima applicazione in città. Qui non esistono ingressi privilegiati per chi è già maestro di un’arte creativa. Qui si crea e si impara a creare. Qui si condivide e si cresce. Ruben, Margherita, Alessia, Pucci, Sumiti, Lucia… semplicemente guardandoli mentre si immergono nel loro lavoro, ho imparato e imparo tutti i giorni qualcosa di nuovo. Alchimia che i ragazzi del lab chiamano “contaminazioni”. Così comincio a sentirmi non più solamente un hobbista, ma un vero e proprio artigiano e questo mi fa stare bene. Costa pochissimo, ma rende momenti di relax per me inediti e -scusatemi la puerile affermazione-  attimi di soddisfazione che mi fanno felice. Scegliete il coworking artigiano di Make Milano. La vostra tana è qui, di fianco alla mia.

Carmake

(appassionato di piccoli lavori in legno, restauro e riuso creativo)

Vienici a trovare: contattaci !